Il lavoro più bello del mese

8 febbraio 2019

Protezione delle cementine – il lavoro più bello di Gennaio seconda parte

Come intervenire sul pavimento in cementine per recuperare al meglio il materiale e assicurare una protezione che duri nel tempo? Ecco come hanno agito i professionisti della ditta C.T.R.

Nella seconda parte dell’articolo più bello del mese, scopriremo un trattamento intenso per proteggere le cementine dalle macchie e dall’usura provocata dallo scorrere del tempo.

 

Il lavoro più bello di Gennaio ci ha portato a Fiumana di Predappio, nel cuore dell’Emilia Romagna, facendoci scoprire, oltre ad un luogo da sogno, un interessante intervento su un prestigioso pavimento in cementine. Proprio così, una sala interamente rivestita di cementine antiche che si trova all’interno della villa Pandolfa, una dimora italiana Storica di Eccellenza, un vero e proprio patrimonio di cultura e arte. Durante la prima fase di lavoro, abbiamo potuto osservare quanto sia stato impegnativo l’intervento di restauro e di pulizia effettuato dai bravissimi professionisti della ditta C.T.R. DI SABBATINI MAURO di CISTERNA DI LATINA, su questo rivestimento molto particolare, composto da piccole mattonelle fatte di cemento colorato. La ditta infatti, è stata chiamata per ripristinare queste piastrelle chiamate cementine o pastine, che apparivano molto rovinate e danneggiate. Le mattonelle macchiate da olio e segni del tempo, prima dell’intervento, predominavano su tutta la superficie compromettendone la bellezza e l’eleganza. Questo particolare materiale infatti, oltre ad essere esteticamente meraviglioso, è caratterizzato da una particolare delicatezza che deriva proprio dalla sua composizione essenziale. Il cemento colorato, che costituisce la gran parte della piastrella, essendo un materiale molto assorbente, sia dopo una posa o un restauro, necessita di un trattamento specifico protettivo e antimacchia che lo conservi nel miglior modo possibile e per molto tempo. Se poi pensiamo che oggi questo tipo di rivestimento è scelto sempre più prevalentemente per decorare stanze come il bagno e la cucina che, come ben sappiamo, risultano essere le zone della casa maggiormente utilizzate e soggette ad usura precoce e facili macchie, un trattamento per assicurargli un’accurata pulizia e protezione dalle macchie, diviene fondamentale. Ecco perché gli abili artigiani della ditta, anche sulla pavimentazione della villa Pandolfina, hanno deciso dopo il restauro e la pulizia, di effettuare un trattamento intenso sulle cementine. Andiamo a scoprire e seguire gli interessanti passaggi.

Asciugatura cementine

Una volta finita la pulizia profonda, un passaggio fondamentale prima di effettuare il trattamento sulle cementine, è quello dell’asciugatura. Le pastine infatti dopo il lavaggio e prima di essere trattate nuovamente, devono respirare ed eliminare tutta l’umidità. Un trattamento precoce potrebbe bloccare questa evaporazione e creare delle fastidiose e indelebili macchie di umidità sulla superficie trattata. Ma molto bene lo sanno i nostri abili artigiani i quali hanno voluto sincerarsene, aspettando tutto il tempo necessario prima di iniziare il nuovo intervento.

Microlevigatura cementine

  Una volta asciutta, per unificare la superficie e regalarle un aspetto “levigato” la ditta ha effettuato, con l’ausilio di dischi micro-diamantati, una microlevigatura su tutte le cementine. Qualora si voglia, attraverso la levigatura è possibile persino arrivare ad una lucidatura completa delle piastrelle.

Trattamento protettivo cementine

Come seconda fase, per accentuare il colore della piastrelle e per proteggerle dall’usura, è stato applicato con un panno morbido su tutto il pavimento, un prodotto intenso e professionale TON 25: un protettivo idro-oleorepellente tonalizzante in base acqua per materiali lapidei assorbenti. Prima dell’essiccazione sono stati tamponati gli eccessi del prodotto. TON 25 è un prodotto adatto per la protezione antidegrado antimacchia su pietra, cotto e agglomerati cementizi assorbenti. Intensifica la colorazione del materiale, non crea films e lascia un naturale aspetto al materiale. Ricordiamoci che su questo tipo di pavimento è assolutamente vietato utilizzare prodotti acidi e solventi, questi potrebbero rovinare gli originali disegni e soprattutto ilcaratteristico colore delle cementine.  

Finitura cementine

Dopo 24 ore, è stato applicato sul pavimento in cementine un finitore lucido anti-sporco e anti-usura: POLIFIN. La superficie è stata coperta e bagnata omogeneamente, in modo da formare un velo molto sottile e si è aspettato l’asciugatura. Questo prodotto, particolarmente indicato per la finitura dei materiali a superficie liscia, assicura alla pavimentazione una elevata resistenza al calpestio. Finita anche questa seconda fase di intervento, le cementine macchiate sono solo un triste e lontano ricordo… il pavimento è tornato a splendere nella sua bellezza e unicità originaria ed è pronto per ospitare come un tempo eleganti feste ed eventi che regaleranno ai fortunati partecipanti emozioni e ricordi indimenticabili! Ditta esecutrice dei lavori: C.T.R. DI SABBATINI MAURO di CISTERNA DI LATINA TEL. +39 393 925 6425                

Articoli più letti

Vedi tutti