Il lavoro più bello del mese

6 dicembre 2019

Il lavoro più bello del mese ci svela come pulire il cotto!

Questo mese scopriamo i passaggi fondamentali per avere sempre un cotto perfetto.

Oggi il lavoro più bello del mese ci porta a visitare una delle città più caratteristiche e affascinanti d’Italia, Bologna,
e ci fa scoprire come pulire il cotto perfettamente.
In questo romantico comune, ogni piazza, ogni angolo, ogni vicolo, racconta qualcosa di sé.
Passeggiando tra le vie bolognesi, il carattere accogliente e lo stile poetico della città distinguendosi in ogni dove, riempiono mente e cuore.
Nel centro storico, ogni struttura architettonica, dalle eleganti e maestose cupole, agli ambrati palazzi medioevali, rende unico il fascino di questa città.
Ed è proprio il pavimento di uno dei palazzi più belli di Bologna, il Palazzo Montanari, il protagonista del lavoro più bello del mese:
una meravigliosa superficie in cotto intersecato da magnifici mosaici, che è stata pulita e trattata nella sua integrità.

come-pulire-cotto

Per noi di Marbec e per i bravissimi artigiani dell’impresa Pippolo di Timpano Giuseppe l’intervento eseguito su questo pavimento storico è stato motivo di grandissima soddisfazione.

Questo palazzo infatti, voluto dalla famiglia degli Aldrovandi la cui realizzazione risale al 1725 e finita nel 1752,
è uno dei palazzi più importanti di Bologna, con la sua facciata, considerata il più significativo esempio bolognese di architettura del Settecento in cui la fantasia vivace dell’architetto Torreggiani, sempre attento a creare nuovi e preziosi ornamenti, emerge in maniera inequivocabile.
L’interno, anch’esso di particolare interesse, vanta grandi saloni decorati, volte affrescate, maestose statue, prestigiosi pavimenti composti da mosaici in cotto che lasciano senza fiato i visitatori.
Mantenere la bellezza di un mosaico non è semplice perché il mosaico è un pavimento molto particolare, costituito dall’accostamento di tante piccole piastrelle di cotto più o meno regolari.
Quindi decidere come trattare al meglio un mosaico in cotto non è sempre semplice.

come-pulire-cotto
Per pulire il cotto e intervenire su queste tipologie di superficie bisogna dunque fare molta attenzione proprio come hanno fatto i bravissimi artigiani dell’impresa Pippolo di Timpano Giuseppe.
L’intervento è stato particolarmente impegnativo e ha riportato alla luce la bellezza senza tempo di questo eccezionale pavimento.
Ma passiamo nel dettaglio a conoscere tutte le fasi dell’intervento e a scoprire quali sono i passaggi ideali da effettuare per pulire un pavimento in cotto.

Come pulire il cotto interno?

Prima dell’intervento, il cotto della sala del Palazzo Montanari era particolarmente compromesso e deteriorato.

come-pulire-cotto

come-pulire-cotto
Un detergente concentrato ecologico per la pulizia dei materiali lapidei.

Per lavare profondamente e per rimuovere consistenti residui di sporco su tutta la pavimentazione è stato utilizzato ECOMARBEC:
un detergente ecologico e ipoallergenico per pavimenti in cotto, pietra, gres porcellanato, ceramica ed agglomerati cementizi.

come-pulire-cotto

Questo detergente pulisce, igienizza le superfici e non aggredisce i materiali inoltre, è rapidamente biodegradabile.
Per raggiungere un risultato ottimale, i bravissimi professionisti si sono avvalsi dell’aiuto di una monospazzola e unendo la forza dei dischi e l’efficacia di ECOMARBEC hanno eseguito un’azione disincrostante molto intensa.
Al termine dell’operazione, il cotto è stato risciacquato abbondantemente con acqua.

come-pulire-cotto
Successivamente una volta asciutto, sul pavimento è stato applicato un sottile strato di cera livellante adatta per tutti i tipi di materiali lapidei a medio-alto assorbimento come pietre, cotto, cemento ed intonaci minerali, collocati all’interno: PRIMAMANO RAVVIVANTE.
Una volta essiccata, la cera ha visibilmente esaltato il colore naturale del materiale.

come-pulire-cotto
Primer di fondo per il trattamento livellante di superfici in cotto, pietra, agglomerati cementizi assorbenti, intonaci collocati all’interno.

Come ultima fase, i bravissimi artigiani non potevano dimenticarsi della protezione quindi, per custodire il trattamento cotto,
è stato applicato su tutto il pavimento un finitore opaco anti-sporco per materiali lapidi: IDROFIN MATT.

come-pulire-cotto
Un finitore anti-sporco e anti-usura a bassa filmazione per materiali lapidei assorbenti collocati all’interno: cotto, pietra naturale assorbente, cemento.

Ideale per protegge nel tempo il trattamento di fondo del materiale e le sue caratteristiche estetiche iniziali, questo prodotto specifico, costituendo un micro-strato resino-ceroso di facile applicazione, riduce la penetrazione dello sporco e rende le superfici più facili e veloci da pulire.

Terminato l’intervento, questo meraviglioso cotto è tornato a brillare ed è pronto per accogliere i visitatori da tutto il mondo!

Ricerca articoli

Articoli più letti

Vedi tutti