Il consiglio dell'esperto

8 luglio 2019

Manutenzione giardini: come avere sempre un giardino perfetto!

Sogni un giardino perfetto? Scopri tutti i nostri consigli per avere un giardino sempre più verde e ordinato!

Queste calde giornate estive ci invogliano sempre più a trascorrere del tempo all’aperto,
durante la bella stagione terrazze e giardini divengono le mete più gettonate della nostra casa.
Per vivere e godersi pienamente la piacevole aria estiva però, non possiamo dimenticarci
di preparare e pulire perfettamente tutte le aree esterne della casa.
Passare l’estate all’aperto diventa gradevole se intorno a noi tutto è curato e pulito; se ci pensiamo bene infatti,
difficilmente la nostra mente riesce a rilassarsi in un ambiente spoglio, arido e disordinato.
Quindi come sempre, prima del piacere il dovere, prepariamoci e iniziamo i vari lavoretti di pulizia e di manutenzione dei giardini!

manutenzione giardini

Manutenzione dei giardini: prima fase.

Mettiamoci guanti e cappello di paglia e iniziamo con un po’ di giardinaggio.
Il giardinaggio, si sa, è un’attività, un hobby che porta giovamento a tutto il nostro organismo.
Curare piante e fiori fa bene sia alla nostra forma fisica che a quella mentale.
Per avere un giardino perfetto però bisogna seguire delle regole ben precise.
Il giardinaggio infatti, come molte altre discipline, non è un’attività che si può improvvisare anzi richiede conoscenze approfondite.
Quindi prepariamoci per:

  • la concimazione, la procedura che porta alla fertilizzazione del terreno. Si effettua aggiungendo delle sostanze che arrochiscono la terra di componenti nutritivi.
  • La potatura che permette di dar forma a una varietà vegetale, controllandone lo sviluppo verticale e orizzontale. Può essere realizzata sia per scopi estetici sia per rimuovere rami secchi o malati affinché non intacchino internamente la pianta.
  • Annaffiatura, apportare alle piante una quantità d’acqua idonea che deve raggiungere a sufficienza le radici. Sempre meglio innaffiare mattina e della tarda sera, senza mai esagerare per evitare inutili ristagni.

Se da una parte queste attività sono così utili alle piante, dall’altra rappresentano un’insidia continua per i componenti in pietra che arredano il nostro giardino, come per esempio: muretti, vialetti e marciapiedi.
Fertilizzanti, acqua ristagnante, residui vegetali, se non eliminati perfettamente dalle superfici, potrebbero generare sulla pietra macchie rugginose, muffa e aloni indelebili.
Ecco perché dopo aver effettuato queste operazioni da ottimi pollici verdi, dobbiamo pensare all’ultima fase: quella della pulizia che conclude l’intera manutenzione dei giardini.

Come pulire un giardino dopo giardinaggio?

Dopo aver ordinato, come in casa anche in giardino, è necessario dedicarsi “alle pulizie”.
Sembra un aspetto banale ma in realtà alle volte quest’azione viene data per scontata o dimenticata.
Ecco perché di seguito cercheremo di descrivere, passo dopo passo, come pulire un giardino e come affrontare e superare gli imprevisti del caso.

  • Pulizia aree verdi: iniziamo con il liberare il prato da erbacce infestanti, rami e fogli secche della potatura; raccogliere e spazzare via materiale di scarto; smacchiare vialetti e muretti da fastidiose macchie rugginose.
    Si, per avere un giardino perfetto non possiamo dimenticarci di controllare ed eventualmente pulire i componenti.
    In questa fase rientra quindi quel tipo di manutenzione, chiamiamola straordinaria, ovvero tutte le azioni che devono essere effettuate per eliminare quelle fastidiose macchie di muschio, aloni neri, muffe e licheni che minacciano la bellezza dei nostri materiali esterni.

Manutenzione giardini straordinaria

Elementi naturali come pioggia o umidità, e fattori chimici come fertilizzanti o concimi per le piante, possono insidiare la bellezza del nostro giardino. Entrando in contatto con la pietra dura infatti, queste sostanze possono creare su di essa delle orribili macchie.

Per fare solo degli esempi, può capitare che durante l’annaffiatura gli impianti di irrigazione perdano dell’acqua, queste perdite possono causare macchie rugginose su muretti in cemento.

manutenzione giardini

Come fare quindi togliere la ruggine dal pavimento in pietra?

Semplice, utilizzando un prodotto efficace!
Per eliminare questo tipo di aloni è opportuno intervenire utilizzando un prodotto professionale specifico: TOGLIRUGGINE LIQUIDO uno smacchiatore pronto all’uso, specifico per la rimozione di macchie di ruggine e ossidi metallici superfici in materiale lapideo.

manutenzione giardini

TOGLIRUGGINE LIQUIDO è semplice e veloce da utilizzare, non essendo acido, può essere applicato su tutti i materiali lapidei in genere, anche quelli più delicati.
Per togliere la ruggine dal pavimento in pietra, una volta spazzata e lavata la superficie con acqua pulita, basterà applicare il prodotto sulle macchie e lasciarlo agire, fino a quando si noterà la reazione per l’estrazione della ruggine (il prodotto assumerà una colorazione violacea).

Una volta avvenuta la reazione, dovremo rimuovere il prodotto entro 10-15 minuti risciacquando con una soluzione acquosa leggermente alcalina (per esempio utilizzando un decerante-sgrassate forte e disincrostante come SGRISER, diluito al 10% in acqua).
La fase del risciacquo è molto importante, non bisogna infatti lasciare asciugare il prodotto sulla superficie.
In caso di macchie rugginose ostili, possiamo ripetere l’applicazione.

manutenzione giardini

Una volta terminate tutte le fasi della manutenzione giardini, prepariamo libri, musica, bibite fresche… e nessuno potrà disturbare il nostro meritato relax!

LEGGI ANCHE: Macchie di ruggine su pietra: come toglierle?

Articoli più letti

Vedi tutti