Guide all acquisto

31 Agosto 2021

Togliere le macchie d’olio dalle superfici

Come rimuovere macchie di olio e grasso animale e/o vegetale su cotto, pietra, cemento e materiale lapideo

Se il pavimento o la superficie si è macchiata con dell’olio, niente paura! Con i nostri prodotti e la corretta applicazione è possibile rimuovere ogni residuo senza lasciare traccia.

Se vi è mai capitato di tenere in mano una bottiglia d’olio con un certo terrore è perché sapete quanto sia noioso e difficile eliminare questa sostanza una volta finita su una superficie. 

Rimuovere macchie d’olio e grasso animale o vegetale non è però una missione impossibile. 

Tra consigli pratici da seguire (però solo quando la macchia è ancora “fresca”) e prodotti professionali specifici (per quando l’olio si è ormai impregnato), vi diciamo come risolvere questo fastidioso problema!  

Le macchie d’olio, indipendentemente dalla superficie sulla quale vanno a finire, sono una bella seccatura. 

Per prima cosa è fondamentale non provare a pulire con acqua e sapone perché si peggiora soltanto la situazione, mentre è consigliato usare della carta assorbente asciutta.

Una volta che la carta ha assorbito la maggior parte dell’olio presente, va applicata della farina o del bicarbonato e va strofinata/o, utilizzando infine dello sgrassatore con dell’acqua per eliminare i residui.

Consigli che vanno però integrati con accorgimenti in relazione al pavimento da pulire. Ad esempio se bisogna togliere dell’olio da pavimenti in marmo è fondamentale evitare di usare prodotti a base acida (es. aceto, limone), mentre se si tratta di cotto o ceramica è sufficiente appoggiare della carta assorbente da cucina sulla macchia, sciacquando con acqua calda e sapone e, nel caso di presenza di aloni, utilizzando spray specifici per la superficie. 

Se infine a sporcarsi con una macchia d’olio è un pavimento in legno, il consiglio è quello di usare del semplice bicarbonato di sodio, lasciandolo agire per alcuni minuti, per poi rimuovere la polvere di bicarbonato con un panno asciutto o un pennello.

Ma se la macchia d’olio è vecchia e fa ormai parte integrante della superficie? 

Ecco che entrano in scena due prodotti professionali specifici che risolvono il problema.

Come rimuovere le macchie di olio dai pavimenti

Come eliminare macchie d’olio dalle superfici con prodotti professionali

Il primo prodotto per eliminare macchie d’olio che si sono impregnate sulle superfici è TIXO

Si tratta di uno smacchiatore che serve a rimuovere le macchie d’olio e grasse di origine naturale e, come detto, è ideale per far scomparire quelle chiazze che sono penetrate profondamente nel materiale.

Prima dell’utilizzo va miscelato bene e va poi applicato con una paletta o una spatola, creando una strato di 3-5 mm sulla macchia da eliminare. A questo punto, per rallentare l’evaporazione del prodotto, si può coprire l’impacco con della pellicola da cucina, per poi lasciarlo asciugare prima di asportare il tutto con una spazzola in nylon. 

Nel caso la macchia d’olio si sia formata su una superficie in cotto, il consiglio è quello di fare un primo risciacquo con DELICACID e poi con acqua pulita, mentre su pietra, cemento e graniglie bisogna sciacquare più volte con dell’acqua pulita. 

Se infine le superfici sono trattate è bene applicare TIXO su tutta la mattonella interessata, perché viceversa si rischierebbe di creare una superficie non uniforme e con la presenza di aloni.

L’altro prodotto è SOLVOSILL, uno smacchiatore solvente forte che serve a rimuovere cere, colle, oli e siliconi dalle superfici lapidee, e per cui vanno seguito le medesime istruzioni d’uso di TIXO.

Anche in questo caso lo smacchiatore va mescolato bene fino alla creazione di una pasta fluida da applicare (uno strato sempre di 3-5 mm) sulla macchia da rimuovere. Quindi, con della pellicola per alimenti, si può coprire l’impacco, allungando così la durata dell’azione estrattiva, e dopo pochi minuti si può procedere all’asportazione a secco. 

Con DELICACID o UNIPUL (nel caso, ad esempio, di graniglia lucidi, marmo), diluite in acqua, si procede infine al risciacquo, ripetendo l’operazione sulle superfici porose o ruvide.  

Ricerca articoli

Articoli più letti

Vedi tutti