5 marzo 2019

Come trattare il legno per esterno?

Scopriamo insieme semplici e veloci passaggi per trattare e proteggere il legno per esterno.

Oggi vogliamo mostrarvi, in semplici e veloci passaggi, come trattare il legno per esterno. Sia che si tratti di pergole, sedie, tavoli, ogni struttura di legno, per mantenere nel tempo la propria bellezza, necessità di un trattamento specifico ed una manutenzione periodica. Scopriamo perché e soprattutto come fare per mantenere il nostro legno in ottimo stato.

Il sole di questi giorni, rimanda il nostro pensiero a quei rilassanti momenti passati in giardino a leggere un bel libro, o a quelle gradevoli giornate tra grigliate e giochi all’aperto, passate in compagnia di parenti e amici. Se il vostro arredamento da giardino è fatto prevalentemente in legno, per accogliere il sole primaverile e non trovarsi impreparati, è questo il periodo giusto per pulirlo e rinnovarlo.
Il legno è sicuramente uno dei materiali più amati e apprezzati per la propria bellezza e versatilità, ma a differenza di altri materiali sintetici, ha sicuramente bisogno di più cura e attenzione.
In particolare, il legno che viene utilizzato per l’esterno, esposto ai fenomeni ambientali che possono rovinarlo con facilità, per mantenere le sue qualità ha bisogno di essere protetto con trattamenti specifici.
Questo componente infatti, se da una parte, grazie alle proprie qualità, la resistenza e la sostenibilità, si sposa perfettamente con gli ambienti esterni creando vere e proprie oasi di relax, dall’altra è un materiale naturale e vivo che richiede delle attenzioni particolari.

come-trattare-il-legno-per-esterno

Perché il legno esterno deve essere trattato?

Prima di conoscere le migliori pratiche su come trattare e proteggere il legno esterno, cerchiamo di scoprire quali sono i fattori particolarmente dannosi che lo rovinano maggiormente.

Tra i principali fattori degradanti del legno, possiamo annoverare:

  • Raggi del sole: il sole agisce negativamente sia a livello di calore che a livello di raggi ultravioletti; nel primo caso il calore indebolisce i legami della lignina e favorisce il distacco delle fibre, dall’altra in poco tempo aggredisce la superficie generando uno sbiancamento di colore.
  • Acqua e umidità: piogge, neve, brina, causano un alto tasso di umidità. L’umidità in generale è molto pericolosa per il legno perché può causare funghi, muffe, che portano alla macerazione della sostanza. La presenza d’acqua è un fattore molto nocivo perché influisce sull’assetto tecnico e profondo della struttura.
  • Attacco di insetti: conosciuti principalmente come “tarli” che molte volte si trovano già presenti in forma larvale su legni di importazione.

 

Una volta conosciuti i fattori dai quali dobbiamo difendere il nostro legno, cerchiamo di capire cosa dobbiamo fare e quali passaggi seguire per proteggerlo.
Uno dei metodi più efficaci è sicuramente quello di utilizzare un impregnante per legno esterno, questo ci aiuterà a prevenire la formazione di funghi e microorganismi e a mantenere in buona salute il nostro materiale, svolgendo un’azione sia protettiva che decorativa.

Utili consigli per trattare il legno esterno

Quindi a questo punto, dopo aver capito che per evitare muffa, sporcizia e degrado, il legno esterno richiede una manutenzione continua, non ci resta che scoprire le azioni necessarie da eseguire.
Non vi preoccupate però, con un po’ d’impegno e con l’aiuto dei giusti prodotti, mantenere il nostro legno in ottimo stato sarà un gioco da ragazzi.

1. Come primo passaggio, dobbiamo necessariamente pulire la superficie che andremo a trattare.
Utilizzando una spugna o un panno morbido, rimuoviamo dal legno polvere e sporcizia.
Per lo sporco più ostinato, vi consigliamo di utilizzare un detergente sgrassante per legno trattato in esterno: DETER CLEAN, un prodotto che non contiene solventi e che rimuove rapidamente e a fondo i depositi di sporco, smog, polveri, grasso, alghe e muffe.

Se invece, passato l’inverno, il legno di gazebo, perline, pavimenti o semplicemente sedie e tavoli, appare non solo sporco ma anche macchiato o molto degradato, è opportuno in questi casi ripristinare e rinnovare il materiale prima di utilizzare un qualsiasi protettivo.

2. Un ottimo prodotto per effettuare un lavaggio straordinario e per preparare la superficie a ricevere l’applicazione di una nuova protezione è SMACCHIO LEGNO. Uno smacchiatore specifico che rimuove patine d’invecchiamento, alghe e muffe da legni esposti all’esterno e rinnova il naturale aspetto del legno invecchiato.

come-trattare-legno-esterno

3. Una volta asciutta, possiamo proteggere la nostra superficie con FLUOIL, un impregnante per il legno esterno, antidegrado oleo-ceroso, un prodotto facile da applicare che non necessita la ricarteggiatura.

 

FLUOIL:

  • forma una protezione idro-oleorepellente, resistente e non appiccicosa;
  • evita l’invecchiamento e l’ingrimento del legno;
  • dona una protezione al legno che gli permette di traspirare, evitando la ristagno di umidità, al fine di inibire lo sviluppo di micro-organismi (alghe, muffe);
  • non forma films superficiali e lascia il naturale aspetto del materiale;
  • di facile applicazione e conservazione nel tempo;
  • non crea spellicolamenti, né esfoliazioni e non necessita di ricarteggiatura.

come-trattare-legno-esterno

4. Altro trattamento professionale per proteggere e allontanare lo sporco dal legno esterno è BARRIER. Finitura protettiva antidegrado antisporco in base acqua. Un prodotto in emulsione, pronto all’uso, adatto a tutti i tipi di superfici lignee esterne trattate con vernici trasparenti, pitture e tinte, impregnanti e olii. Formando un micro-strato altamente resistente, BARRIER conferisce alla superficie in legno nuova brillantezza e maggior idrorepellenza e protezione anti-sporco.

Quindi ricordiamoci che se abbiamo deciso di utilizzare il legno per arredare le nostre terrazze o i nostri giardini, prima della posa o dell’esposizione esterna, è necessario trattare ogni componente con prodotti adeguati e di qualità per preservarne bellezza e conformità strutturale.

LEGGI ANCHE: Come trattare e proteggere il legno esterno?

Ultimi dalle categorie