Il lavoro più bello del mese

Il lavoro più bello di Maggio: come ristrutturare muri in pietra

29 Giugno 2020

Il lavoro più bello di maggio ci porta nel cuore della bella Toscana, per la precisione a Quarrata,
e illustrandoci un fantastico intervento di restauro su una costruzione storica, ci fa scoprire come ristrutturare muri in pietra!

Ed è proprio la pietra, insieme ai bravissimi artigiani della ditta Delta Applicazioni Speciali di Franco Scarnato,
a essere protagonista di questo meraviglioso lavoro, effettuato sulla Chiesa di S. Giovanni Evangelista e
offerto gratuitamente alla Parrocchia di Montemagno.

La pietra, elemento solido e resistente, è un materiale che si presta molto bene al restauro.
Grazie al colore naturale di ogni singolo sasso se lasciata a vista crea un effetto visivo straordinario e
indubbiamente affascinante, decorativo e adatto per ravvivare l’ambiente.

Grazie al ripristino degli elementi in pietra come la facciata seicentesca, la porta principale, la cornice della Nicchia,
l’interno della Chiesa è stato arricchito, grazie ai bravissimi artigiani toscani, da questo affascinate effetto;
ma scopriamo nel dettaglio ogni singolo passaggio.

Come ristrutturare muri in pietra: le fasi fondamentale

Il primo intervento è stato effettuato su un muro in sasso interno in arenaria macigno.
Questa fase ha richiesto parecchio impegno da parte dei bravissimi professionisti.
Questa antica parete, di fattura medioevale, con muratura a conci di macigno posati a linee regolari, appariva prima del recupero molto “malmessa”.

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Infatti, a causa di continue modifiche inappropriate, tra le quali la rilavorazione di un’area molto vasta per l’affissione di lapidi marmoree e di una croce lignea posta su un basamento, realizzato sempre in arenaria grigia di grana fine,
il muro in sasso presentava numerose tracce di chiodi e ganci di fissaggio con relativi riempimenti e incollature.
Evidenti anche i segni di scalpellatura manuale con conseguente indebolimento della superficie
lapidea privata della sua “buccia” secolare.

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Per ripristinare questo monumentale muro in sasso, come prima fase, è stata effettuata una rimozione manuale
con martello e scalpello di tutte le stuccature improprie, delle tracce di colla cementizia, di chiodi e ganci metallici, delle zeppe di legno dagli interstizi.
Successivamente è stata effettuata una ripulitura meccanica delle stuccature rimosse,
fino ad arrivare alla pietra viva, tramite strumenti manuali, punta scalpello sottile in widia e microscalpello pneumatico.

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

A questo punto per lavare accuratamente e rimuovere tutti i residui di polvere e di lavorazione,
gli artigiani si sono avvalsi dell’aiuto di DELICACID: un detergente disincrostante decalcarizzante per tutti i materiali lapidei resistenti alle sostanze acide.
È stato utilizzato e seguito da risciacquo con idropulitrice a bassa pressione.

come-ristrutturare- muri-in-pietra
Detergente disincrostante acido per pietre e ceramica.

Una volta finito lavato e ravvivato è iniziata la vera fase di restauro.
Passaggi delicati eseguiti con precisa tecnica, quella maestria che solo dei veri esperti possono avere e grazie alla quale riescono a creare con tanta dedizione e accuratezza delle vere e proprie opere d’arte.

Sono state eseguite in successione:

  • La stuccatura di base delle lacune e delle aperture beanti con malta speciale da restauro.
  • La rifinitura a mano delle stuccature con malta speciale epossidica, con effetto arenaria
    (il colore dello stucco è stato corretto con pigmenti a base di ossidi e terre naturali).
  • La velatura eseguita con pigmenti dispersi in acqua applicati a pennello o spugna.
  • Una volta terminata la fase di restauro, per proteggere l’intera superficie dal deterioramento, è stata passata su tutta la superficie TIM: un protettivo anti-umidità e antimacchia per materiali lapidei assorbenti che forma una consistente barriera chimica
    idro-oleorepellente traspirante sui materiali lapidei assorbenti come cotto, pietra naturale assorbente, cemento, intonaco minerale.

Come-ristrutturare- muri-in-pietra
Come si può vedere dalle immagini, la nuova parete ha regalato all’intero ambiente un fascino suggestivo.
La caratteristica forma della pietra con i suoi armoniosi riflessi creati dal fascio di luce naturale, è capace di incantare ogni visitatore.

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Anche per il restauro della porta in pietra, una struttura molto semplice con stipiti e architravi di arenaria grigia locale, è stato effettuato lo stesso procedimento.
Un primo intervento di recupero funzionale, una ricomposizione ed uniformazione delle stuccature, completato dalla protezione conservativa e consolidante della superficie. Anche in questo caso per proteggere e prevenire l’umidità e il naturale degrado della superficie è stato utilizzato TIM.

come-ristrutturare- muri-in-pietra
Protettivo anti-umidità e antimacchia per materiali lapidei assorbenti.

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Come-ristrutturare- muri-in-pietra
Per finire, come fiore all’occhiello di tutto l’intervento, è stato eseguito un lavoro
di recupero estetico della cornice lapidea della nicchia, con decorazione “trompe l’oeil” a riprendere pigmentazione e aspetto naturale della pietra adiacente.
La nicchia fa da alloggio ad un’antica statua in cartapesta dipinta della Madonna, inserita in una cornice lignea dorata in stile barocco.
Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Dopo un lavaggio preliminare a mano per rimuovere i residui di polvere e scialbatura, è stata effettuata una puntuale decorazione manuale, con spugna e tampone, della cornice lapidea e delle sue parti cromaticamente inadeguate, sfumatura ed uniformazione del colore e della tessitura apparente.

Come-ristrutturare- muri-in-pietra

Grazie a questi lavori abbiamo scoperto come ristrutturare muri in pietra e scovato degli autentici capolavori!

DITTA ESECUTRICE LAVORI:
DELTA APPLICAZIONI SPECIALI
Via Boschetti e Campano 105 51039 QUARRATA (PT)
cell: 330750381
email: etp@ecorestauri.com

I prodotti trattati nell'articolo
  • PROMO

    7.47€

    DELICACID

    Detergente acido tamponato specifico per rimuovere boiacche cementizie, efflorescenze ed incrostazioni calcaree su pietre, materiali ceramici e materiali lapidei in genere.

  • PROMO

    30.16€

    TIM

    Protettivo per il trattamento idrorepellente e antimacchia dei materiali lapidei assorbenti. Non crea film, è traspirante e non altera l’aspetto del materiale.

  • PROMO

    14.36€

    PAV05

    Cera protettiva di finitura antisporco, antidegrado, resistente agli agenti atmosferici e al calpestio per cotto, pietre e agglomerati cementizi.

26 Settembre 2022 Un bellissimo trattamento di un cotto imprunetino fatto a mano
Giunti al termine del mese in cui salutiamo l’estate vi parliamo del bellissimo trattamento di un cotto fatto mano, realizzato dall’azienda Trattamento Pavimenti Chimera di Francesco Landucci di Arezzo, molto attiva su Instagram, dove si possono vedere i loro lavori.  Un intervento realizzato con cura artigiana e professionalità da una realtà toscana che vanta una […]
18 Agosto 2022 Recupero post-ristrutturazione di un pavimento in legno oliato
Bologna la “Felsina”, “La Dotta”, “La Grassa”, “La Rossa”. Questa volta vi portiamo nella città capoluogo dell’Emilia Romagna, sede della più antica università del mondo occidentale e nota per le sue torri, per i lunghi portici sotto i quali ripararsi, oltre che per uno dei centri storici più estesi d’Italia. L’occasione è l’eccezionale ripristino di […]
29 Luglio 2022 Pulizia e restauro di un portale di pregio nel centro di Roma
La nostra capitale è uno scrigno di tesori culturali invidiato in tutto il mondo e questo mese andiamo proprio a Roma insieme alla ditta “New Air Clean” per le pulizie e il recupero di un portale di pregio di un palazzo storico della città, palazzo Tomati. Per realizzare questa delicata operazione sono stati utilizzati il […]
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]