Fai da te, Il consiglio dell'esperto, News

10 aprile 2019

È tempo di pulizie di primavera: organizziamole al meglio! – Seconda Parte

Come promesso, eccoci qua per organizzare al meglio anche le pulizie di primavera dedicate alle zone esterne della nostra casa.

Una volta finito di tirare a lucido ogni stanza della casa, pensavi di aver finito con le pulizie di primavera
e di poterti godere la fresca sensazione di pulito?
Devi avere ancora un pochino di pazienza, infatti dalla pulizia interna dobbiamo iniziare a dedicarci all’esterno:
anche terrazzi, gazebo, attrezzatura da giardino, hanno bisogno di una profonda pulizia tutto a primavera deve tornare a risplendere!

La primavera apre le porte alla bella stagione, finalmente passeremo molto più tempo all’aria aperta,
alterneremo momenti di allegria a momenti rilassanti: accoglieremo amici per briose grigliate in giardino, leggeremo un appassionante libro comodamente rilassati sulla nostra sdraio di legno preferita…
ecco perché è necessario che le pulizie di primavera coinvolgano non solo l’interno della nostra casa ma anche l’esterno.

pulizie-di-primavera

Pulizie di primavere esterne, da dove iniziare?

Sicuramente la pulizia di primavera dedicata alle zone esterne che adornano la nostra casa,
potrà risultare un pochino più impegnativa rispetto alle stanze interne che curiamo regolarmente.
A causa del freddo e delle temperature invernali infatti, noi tutti tendiamo a trascurare un pochino le nostre terrazze e i nostri balconi; tuttavia questi ambienti sono esposti maggiormente all’usura, originata soprattutto da fattori climatici.

Il freddo, l’umidità e le piogge possono creare su tutti i tipi di superfici esterne, comprese quelle lapidee, particolari patine erbose ed è proprio per questo che a primavera necessitano di particolare attenzione.
Fortunatamente, per pulire e risolvere definitivamente queste problematiche, ci vengono in soccorso i prodotti professionali per la pulizia di casa, targati Marbec.
Prodotti per tutte le superfici che, grazie alla loro formulazione specifica, renderanno molto meno faticose le pulizie di primavera e faranno risplendere in un battibaleno tutti i nostri rivestimenti.

Ma partiamo con ordine, scopriamo i passaggi fondamentali per pulire al meglio e come trattare le superfici esterne.

Come pulire pavimenti in pietra esterni?

    • Per pulire pavimentazioni esterne in pietra come ad esempio terrazze e balconi, come prima cosa è necessario sgomberare!
      Si, hai capito bene, dobbiamo spostare tutti i vasi, piante, mobili e mobiletti, una volta liberato il tutto, iniziamo a spazzare con una scopa di saggina tutta la superficie, rimuoviamo foglie, fiori caduti a terra ecc.
      Passiamo energicamente anche pareti, scalini e ringhiere.
    • Una volta spazzato, sciacquiamo l’interno pavimento con l’acqua.
      A superficie asciutta si noteranno bene, se presenti, macchie o incrostazioni di origine biologica.
      A questo punto, per eliminare definitivamente dalle superfici in pietra queste fastidiose e brutte macchie causate dai residui e i depositi di alghe e muschi, possiamo utilizzare ALGANET un detergente concentrato ad altissimo potere disincrostante e igienizzante.
    • Una volta completamente pulita e asciutta, per proteggere la pavimentazione da umidità
      e per ridurre drasticamente l’assorbimento dell’acqua del materiale
      , passiamo una o due mani,
      a seconda del grado di assorbimento, di IDROWIP: un protettivo anti-umidità per materiali lapidei assorbenti.
    • Abbiamo visto che i nemici principali delle pavimentazioni esterne sono senza dubbio alghe e muffe, quindi agire in anticipo non è male! Per ridurre la ricomparsa e la crescita di alghe sulle superfici vi consigliamo una finitura protettiva anti-vegetativa per materiali lapidei esterni: PAV05. Prodotto in emulsione resino-cerosa resistente agli agenti atmosferici.

 

Come trattare il legno esterno?

Se la pavimentazione è in legno, per rimuovere perfettamente tutti i residui organici secchi, sarà opportuno spazzare seguendo il senso delle fibre.

  • A questo punto, una volta pulita la superficie, possiamo osservare bene il colore e lo stato del legno.
    Se notiamo che il nostro legno appare macchiato e opacizzato dal tempo, per lavare via e rimuove patine d’invecchiamento, alghe e muffe possiamo utilizzare SMACCHIO LEGNO.

 

  • Il legno, rispetto ad altri materiali, richiede attenzioni maggiori; una volta terminata la pulizia infatti, potrebbe necessitare di un trattamento che ridoni la sua naturale brillantezza. A questo proposito consigliamo di trattarlo con OLIO 41: un impregnante oleo-ceroso; un prodotto che forma una forte protezione idro-oleorepellente ed evita l’invecchiamento e l’ingrigimento del legno.

 

  • Finito il trattamento rivitalizzante, per completare perfettamente il ciclo, è molto utile effettuare un trattamento protettivo anti-degrado ed anti-sporco: BARRIER. Un prodotto in emulsione che agevola la pulizia ed è capace di proteggere e conservare la brillantezza e la naturale bellezza del legno esterno.

 

  • Dopo aver pulito e trattato il pavimento di legno passiamo alla manutenzione degli arredi da giardino: il nostro salotto all’aperto!
    Per ravvivare e proteggere il legno di gazebo, sdraio, lettini, vi consigliamo un trattamento completo:
    SMACCHIO LEGNO – FLUOIL – BARRIER.

 

  • Non dimentichiamoci in ultimo di preparare quel cuscinone così comodo che non può mancare sulla nostra sdraio preferita; dopo l’inverno però, avrà sicuramente bisogno di una rinfrescata e per eliminare velocemente le macchie più ostinate dal tessuto, applichiamo PULITEX, uno smacchiatore spray che disgrega e rimuove sporco e macchie dai tessuti da tappezzeria.

 

Come pulire la griglia del barbecue?

Che primavera sarebbe senza una bella grigliata con gli amici?
Quindi un bel barbecue pulito non può mancare sulla nostra terrazza.
Per pulire la griglia del barbecue possiamo utilizzare PULI FORNO e PULI FUMO, due sgrassatori extra forti che rimuovono con facilità i residui carboniosi e sostanze grasse.

Preparato anche il barbecue, non ci resta che goderci la nostra casa fresca e pulita sia all’interno che all’esterno!

LEGGI ANCHE: Come pulire le superfici esterne da alghe, muschi e licheni

Ultimi dalle categorie