256M300

Blog Marbec

Il luogo dove trovare tutte le novità dal mondo Marbec


Pulizia e trattamento di un pavimento in cotto antico e ardesia nera italiana [Prima parte]

La ditta Punto Service si è meritata il titolo di lavoro più bello del mese di Settembre. Vediamo l'intervento.

Il lavoro piu bello del mese


Qui sul blog Marbec vi abbiamo raccontato spesso grandi lavori. Lavori come la pulitura del pavimento di marmo a mosaico della Galleria Alberto Sordi di Roma, o come il recupero e trattamento dei pavimenti in cotto toscano antico dell’albergo cantine Banfi, un castello toscano risalente al Medioevo e situato a Poggio alle Mura, nel cuore del Chianti.

Anche questa volta vi raccontiamo un lavoro di recupero e trattameto di pavimenti eseguito in un castello. È stato un intervento in grande stile, in un bene architettonico di grande valore.

Ma di cosa stiamo parlando? Stiamo parlando del castello di Rivalta di Torino (Piemonte).

Il castello di Rivalta come appare dal paese: una vera fortezza

In questo luogo di grande prestigio, la ditta Punto Service ha eseguito la pulizia e trattamento dei pavimenti in cotto esterno, il trattamento e la pulizia dei pavimenti in cotto interno e il trattamento dei pavimenti in ardesia nera dei bagni del castello.

L’intervento è stato importante e ci permette di mettere in luce i molteplici aspetti di un trattamento. Per questo abbiamo pensato di dividere l’articolo in due parti. In questo articolo parleremo del cotto, nel prossimo articolo parleremo della pulizia e trattamento dei pavimenti in ardesia nera del bagno del castello.

Ovviamente un lavoro così importante non poteva che meritarsi il titolo di lavoro più bello del mese di settembre. Un titolo meritatissimo per vari motivi:

  • Il valore storico del luogo
  • L’ampiezza della superficie trattata
  • La varietà dei materiali e delle problematiche trattate
  • La perfetta esecuzione dei lavori

Il furgone della Punto Service davanti all’ingresso del castello di Rivalta

La Punto Service di Rosella Carletti e Paolo Isidori ha sede a Chianciano Terme ed è una azienda specializzata nel trattamento del cotto e delle pietre naturali e ha eseguito un lavoro a regola d’arte.

Prima di cominciare però, ti diamo qualche informazione sul luogo in cui è stato eseguito l’intervento. In questo modo capirai meglio l’importanza dei lavori e il livello di professionalità richiesto.

Un maniero medievale dalla storia lunghissima

Il castello di Rivalta sorge su una collina, nell’omonima località piemontese. Rivalta è una piccola località situata a pochi chilometri da Torino. Questo maniero ha una storia lunghissima. La sua fondazione risale ai primi anni del secolo 1000 e fino al 1823 è appartenuto a un’unica famiglia: gli Orsini.

Uno degli affreschi del castello di Rivalta

Durante la sua storia è stato coinvolto in guerre, saccheggi e distruzioni che, insieme ai restauri e rimaneggiamenti gli hanno dato la struttura e l’aspetto attuali. Visto da lontano, il castello di Rivalta si riconosce subito: dotato di fossato, mura merlate e ponte levatoio, il castello Orsini di Rivalta conserva tutte le caratteristiche di una fortezza medievale. Chissà se al suo interno ci sono anche i fantasmi ;)

Adesso passiamo invece a vedere l’intervento di trattamento cotto interno e trattamento cotto esterno eseguito nel castello.

L’intervento della ditta Punto Service

L’intervento della Punto Service ha riguardato i pavimenti del castello. I materiali che trattati sono stati il cotto esterno del giardino, il cotto interno del castello e le piastrelle in ardesia nera italiana del bagno. In questa prima parte ci occuperemo solo del lavoro sui pavimenti in cotto.

Pronti? Si parte!

Pulizia e trattamento del pavimento in cotto interno

Il primo intervento di cui parleremo è il trattamento del pavimento in cotto interno. Il castello aveva subito degli interventi di restauro che avevano sporcato di cemento il bellissimo cotto artigianale fatto a mano. Il primo passaggio da effettuare era quindi la pulizia del pavimento in cotto antico dallo sporco di cantiere.

Dopo la pulizia che avrebbe liberato il cotto dalla patina di sporco era necessario eseguire un trattamento impermeabilizzante per cotto interno, in modo da rendere il cotto facile da pulire e proteggerlo da ulteriori macchie e dall’usura.

Ecco come si presentava il pavimento in cotto interno:

Le problematiche: residui di cemento e sporco di cantiere

 

Le problematiche: residui di cemento e sporco di cantiere

Come pulire il pavimento in cotto esterno antico?

La risposta è immediata: con VIACEM! Gli operatori della Punto Service sanno bene che i pavimenti in cotto interno antico sono molto delicati, e per pulire bisogna centrare il bersaglio (i residui di cemento) senza creare danni collaterali (rimuovere anche uno strato di cotto). Viacem è un pulitore acido forte, ma a differenza dell’acido muriatico ha una maggiore capacità di emulsionamento dello sporco solido e un’azione di dissoluzione più controllata. Inoltre è un prodotto specifico per i pavimenti in cotto antico.

Il prodotto è stato utilizzato insieme a spazzole, aspiraliquidi e stracci. Una buona sciacquatura alla fine del processo, ed ecco che il pavimento interno in cotto è diventato perfettamente pulito.

Adesso che il cotto è stato spogliato della patina di sporco che lo rivestiva, è il momento di rivestirlo con una corazza protettiva. In altre parole, è il momento del trattamento impermeabilizzante cotto antico interno

Come impermeabilizzare un pavimento interno in cotto antico

Un trattamento impermeabilizzante è un processo complesso. Farlo a regola d’arte richiede una serie di passaggi e l’utilizzo dei prodotti giusti. Vediamo come hanno fatto i tecnici della Punto Service.

Per il pavimento del castello di Rivalta di Torino i tecnici della Punto Service hanno scelto di eseguire un trattamento neutro e idro-oleorepellente. Questa scelta è dovuta alla necessità di proteggere il pavimento senza snaturare il bel colore del cotto antico. La finitura oleoidrorepellente rende facile la manutenzione e la pulizia del cotto antico. Il cotto antico, in quanto fatto a mano, è molto ruvido e per questo è difficile da pulire con lo straccio. Il trattamento oleo-idrorepellente rende il cotto impermeabile alle macchie, sia di olio che di acqua, rendendolo facilissimo da pulire.

Per il trattamento i passaggi sono stati i seguenti:

  1. UNA mano di TIM, protettivo che rende il cotto impermeabile all’acqua, all’umidità di risalita e agli oli
  2. DUE mano di PRIMAMANO NEUTRA
  3. DUE mani di IDROFIN MATT

Se volete eseguire lo stesso processo della Punto Service vi basta seguire questo schema di trattamento cotto interno antico.

Ma l’intervento nel castello Orsini di Rivalta non finisce qui. I tecnici della Punto Service si sono dedicati anche alla pulizia del cotto esterno del giardino del castello di Rivalta.

Ecco intanto il risultato: il cotto ha un colore uniforme, e il trattamento neutro ne ha esaltato la bellezza.

Il pavimento interno finito e trattato: il cotto antico viene valorizzato

Il pavimento interno finito e trattato: il cotto antico viene valorizzato

Continuate a leggere per scoprire tutti i segreti della pulizia del cotto esterno.

Pulizia pavimento in cotto esterno: antivegetativo e trattamento specifico

I problemi relativi alla manutenzione del cotto esterno sono diversi rispetto a quelli del cotto interno. All’esterno infatti il pavimento in cotto è sottoposto a altri tipi di problematiche. Oltre alla presenza di sporco da calpestio, si presentano macchie dovute a microrganismi vegetali come muffe e licheni, che usano la superficie in cotto come un terreno di coltura.

Abbiamo visto più volte che il cotto è una base di crescita ideale per questo tipo di organismi. Le microscopiche piantine, aiutate dall’umidità, crescono sulla superficie del cotto e la rovinano.

Per questo, è necessario eseguire un trattamento anti-vegetativo di pulizia cotto esterno.

Come eseguire trattamento antivegetativo e di pulizia del cotto esterno

Come per il cotto interno, anche nel caso del cotto esterno la necessità era di dare un trattamento neutro idro-oleorepellente per facilitare la pulizia del cotto esterno.

Anche in questo caso la Punto Service ha eseguito un lavoro da manuale. Lo schema di trattamento è stato il seguente:

  1. UNA mano di TIM (abbiamo già visto prima qual è il vantaggio di usare TIM).
  2. UNA mano di PAV 05, un pulitore protettivo con effetto antivegetativo

Per ripetere questa applicazione a casa tua puoi seguire questo schema di trattamento antivegetativo per cotto esterno.

Per ottenere un cotto che sia vivo e facile da pulire e che soprattutto duri a lungo è importante seguire questi passaggi. Guardate queste foto che mostrano il risultato della pulizia dei pavimenti esterni in cotto.

Pulizia del pavimento in cotto esterno

Questa è solo la prima parte del lavoro. Nel prossimo articolo analizzeremo la seconda parte, un bagno esterno in ardesia naturale. Nel frattempo, ecco la scheda riassuntiva del trattamento:

Scheda riassuntiva

Tipo di intervento

Trattamento e pulizia pavimento in cotto esterno. Trattamento e pulizia pavimento in cotto interno. Trattamento e pulizia pavimento bagno ardesia nera italiana

Ditta che ha eseguito l’intervento

Punto Service di Roselli Carletti e Paolo Isidori
via San Michele 23/25
53042 - Chianciano Terme (Si)
telefono: 0578 30475
Sito Web: www.puntoservice.info
e-mail: [email protected]

 Ultimi dalle categorie


Rinnovare il cotto

 News
Rinnovare un pavimento in cotto deteriorato dal tempo e dalla cattiva manutenzione

Come togliere la muffa dai muri

 Fai da te
I nostri consigli per il trattamento e la pulizia delle superfici danneggiate dalla muffa

Marmo botticino, come trattare un pavimento danneggiato dall'umidtà di risalita

 Il consiglio dell' esperto
I passaggi e i prodotti per trattare una superficie in marmo botticino danneggiata

Pulizia e trattamento cotto: il lavoro più bello di Agosto

 il lavoro più bello del mese
Pulizia pavimento cotto fatto a mano