256M300

Blog Marbec

Il luogo dove trovare tutte le novità dal mondo Marbec


Graffi, macchie, polvere e benessere: 5 cose da sapere sul parquet

Le sensazioni di benessere che produce un parquet sono insostituibili. Ma per goderselo appieno, il parquet deve essere ben tenuto. Alcuni consigli per godersi il proprio pavimento.

Fai da te


Il parquet è un pavimento peculiare. A differenza di materiali freddi come la pietra o la ceramica, il parquet è un materiale naturale. Spesso lo si dimentica ma le listelle che formano il vostro parquet erano tronchi d’albero prima di essere tagliati e rifiniti.

Probabilmente sono queste caratteristiche a rendere il parquet uno dei pavimenti più amati in assoluto. In effetti i benefici del parquet sono numerosi: essendo il legno un isolante, esso permette di evitare la dispersione termica e di non consumare il calore proveniente dai riscaldamenti. Inoltre non è freddo al tatto: camminare a piedi scalzi sul parquet produce una sensazione di benessere, oltre a fare bene alla salute.

Tuttavia, come tutte le cose belle e utili, anche il parquet richiede una certa cura. In questo articolo vi elenchiamo le 5 cose per noi più importanti per avere un parquet perfetto che vi permetta di scorrazzare scalzi per casa. Cominciamo?

1. Basta un panno antistatico per rimuovere la polvere

Uno dei problemi del parquet è che tende ad accumulare la polvere. Se non la si rimuove, lo strato depositato sul pavimento rischia di renderlo opaco, eliminando tutti i nostri sforzi per avere un pavimento su cui camminare in libertà.

Togliere la polvere dal parquet è facilissimo: basta passare un panno antistatico sulla superficie. Attenzione al tipo di panno però: per non rischiare di graffiare il parquet bisogna usare un panno morbido, possibilmente un panno in microfibra per parquet. Questo sarà sufficiente a rimuovere la polvere dal parquet.

2. Utilizzare solo detergenti per parquet

A volte una spolverata è insufficiente a togliere sgradevoli opacità o macchie dal pavimento. Il parquet però è un pavimento naturale. Non potete pulire con il primo detergente che trovate nel ripostiglio. Abbiamo detto che il parquet è un materiale organico, seppur stagionato e sottoposto a trattamento. Per questo è opportuno utilizzare un prodotto studiato per le fibre del legno. Insomma, vi serve un detergente specifico per il parquet. In questo modo non rischierete di smagrire il vostro pavimento e di rovinarne le fibre. Camminare su un pavimento ben lucido sarà ancora più piacevole!

3. Un trattamento nutritivo ogni sei mesi e il parquet sembrerà nuovo

Come abbiamo visto nell’ articolo prededente, il parquet oliato conserva le caratteristiche materiali ed estetiche del legno. Tuttavia questo tipo di parquet ha bisogno di una cura supplementare. È necessario applicare periodicamente un prodotto nutritivo per i parquet oliati. Anche questa è un’operazione molto semplice. Basta versa un po’ di prodotto con una spugna sul pavimetno per eliminare sgradevoli segni come le sgommature (le tracce lasciate dalle scarpe) e le opacizzazioni del parquet, che rovinano il piacere di un parquet ben lucidato.

4. Eliminare i graffi dal parquet, con qualche accortezza e i prodotti giusti

Il miglior regalo che potrete fare al vostro parquet è non graffiarlo. I graffi infatti si incidono nel legno e non vanno più via a meno di non effettuare un costoso intervento di levigatura. Per evitare di arrivare a questi livelli basta qualche accortezza come:

  • Attenzione ai sassolini sotto le scarpe. Se avete una casa con giardino, è una buona idea stendere uno zerbino davanti all’uscio. In questo modo potrete pulirvi le scarpe e non portare eventuali sassolini all’interno;
  • Applicate dei feltrini sotto i piedi delle sedie. I feltrini eviterenno che le gambe delle sedie graffino la superficie d’appoggio;
  • Mai trascinare i mobili! Trascinare i mobili, in particolare quelli pesanti, è deleterio. Se proprio dovete, sollevateli, in modo che le gambe non righino il pavimento.

Se il vostro parquet è graffiato, però, si può ancora fare qualcosa. Esistono infatti dei prodotti che vi possono aiutare. Certo, non faranno miracoli, ma vi aiuteranno a togliere i graffi dal parquet, almeno esteticamente. Purtroppo con i pavimenti verniciati non c’è nulla da fare. Sono più resistenti, ma quando si graffiano... beh, bisogna tenersi i graffi. È semplicissimo invece togliere graffi dal parquet con finitura a olio o a cera. Per eliminare i graffi dal parquet a olio vi serve un trattamento impregnante, come quelli indicati nel link. Il trattamento nasconderà i graffi dal parquet e potrete stare in casa su un pavimento tornato come nuovo!

5. Attenzione alle macchie da tannino

Sotto ogni vaso, sotto ogni termosifone si nascondono dei pericoli per il vostro parquet. Per quale motivo? Semplice: termosifoni che perdono, sottovasi da cui filtra l’acqua, urina di animali domestici, macchie di vino, caffé e altre sostanze organiche lasciate a seccare macchiano il parquet molto facilmente. Questi liquidi sono i peggiori nemici dei pavimenti in legno: bisogna intervenire prima che secchino altrimenti sono guai. Quando queste sostanze organiche entrano a contatto con le superfici lignee, provocano la risalita del tannino, una sostanza chimica fortemente colorante presente nei vegetali. A volte però il danno è compiuto prima che si possa fare alcunché. Se il vostro parquet presenta questo tipo di macchie è possibile eliminarle con uno smacchiatore per pavimenti in legno. Questo prodotto eliminerà eventuali macchie dal parquet e potrete godervi un parquet perfettamente pulito.

Adesso che è il parquet è pulito, camminare a piedi scalzi!

Tanta fatica per avere un parquet pulito e non farna nessun uso? Niente di più sbagliato! Un parquet pulito alla perfezione è fatto per essere utilizzato! Camminare a piedi scalzi è un buon punto di partenza, un ottimo esercizio per il corpo. Lo sapevate? Molti credono che camminare a piedi scalzi faccia male alla salute. È invece vero il contrario, perché camminando a piedi scalzi si riattiva la circolazione e si sgonfiano le gambe. Non solo, ma anche la sensibilità tattile dei piedi viene migliorata. Per questo su un parquet liscio, da cui sono stati eliminati polvere, macchie, righe e altri segni, camminare a piedi nudi è un obbligo! Allora godetevi il vostro parquet con i nostri consigli e scriveteci per farci sapere le vostre esperienze!

 Ultimi dalle categorie


Ripristino di un pavimento esterno in legno di teak

 News
Come portare a nuova luce un bel pavimento in decking sciupato dal tempo?

Come togliere la muffa dai muri

 Fai da te
I nostri consigli per il trattamento e la pulizia delle superfici danneggiate dalla muffa

Marmo botticino, come trattare un pavimento danneggiato dall'umidtà di risalita

 Il consiglio dell' esperto
I passaggi e i prodotti per trattare una superficie in marmo botticino danneggiata

Pulizia e trattamento cotto: il lavoro più bello di Agosto

 il lavoro più bello del mese
Pulizia pavimento cotto fatto a mano