256M300

Blog Marbec

Il luogo dove trovare tutte le novità dal mondo Marbec


Come pulire il cotto nel modo giusto?

Intervento su una superficie in cotto

News


Oggi vogliamo parlarvi di un importante intervento di pulizia del cotto, eseguito su un pavimento fatto a mano di nuova fabbricazione

Il cotto, materiale di antichissime origini, è un prodotto sempre attuale e molto di moda che viene utilizzato in particolare per realizzare splendidi elementi decorativi, caratteristici rivestimenti e soprattutto caldi pavimenti, che valorizzano ogni tipo di ambiente. Nello specifico i mattoncini di cotto fatti a mano, sono contraddistinti da singolari caratteristiche e sfumature di colore che li rendono pezzi unici di particolare bellezza. La pulizia del cotto richiede naturalmente una particolare attenzione e specifici trattamenti, che gli assicureranno nel tempo uno splendore e una protezione efficace.

Andiamo a scoprire, passaggio dopo passaggio,l’interessatene intervento effettuato su un cotto fatto a mano:

Pulizia cotto

Dopo la posa di un pavimento è opportuno, prima di eseguire qualsiasi tipo di trattamento, eliminare lo sporco di cantiere. Quindi, terminati i lavori, sulla nuova pavimentazione in cotto è stata eseguita un’azione disincrostante in modo da eliminare efflorescenze, residui di posa, pitture. Come prima cosa, diluito 1:1 in acqua è stato applicato sul pavimento, con l’aiuto di una monospazzola e disco in Tynex, il detergente disincrostante acido forte specifico per superfici in cotto e terracotta: VIACEM . Una volta terminata la prima fase, la superficie è stata risciacquata con molta acqua pulita.

Trattamento tonalizzante cotto

Per esaltare le caratteristiche e il colore del cotto senza però scurirlo, è stato eseguito un trattamento su cotto tonalizzante. Questo tipo di trattamento oltre ad esaltarne le peculiarità, dona all’intera superficie un’elevata protezione e resistenza alle macchie e allo sporco in genere, agevolandone in questo modo la manutenzione ordinaria.

LEGGI ANCHE: Trattamento e recupero di un meraviglioso mosaico in cotto

Fasi

Per proteggere il cotto dalle macchie dovute all’umidità di risalita ed efflorescenze e dalle sostanze macchianti, è stata applicata una mano di TIM prodotto idrorepellente e antimacchia specifico per materiali lapidei.

Come secondo passaggio, è stata creata e applicata sul cotto, con monospazzola e disco in tampico, una miscela, composta da due specifici prodotti: PALLADIUM prodotto idrorepellente che esalta il colore del materiale senza creare un effetto bagnato troppo scuro e ROYAL WAX al 50%, una cera in pasta specifica, capace di saturare la superficie rendendola meno ruvida, idrorepellente e più facile da pulire.

Per concludere, è stata passata l’utilissima cera di finitura antisporco e antiusura IDROFIN MATT Un prodotto che protegge in profondità il trattamento dal degrado dell’usura del calpestio, evitando che lo sporco e la polvere si depositino nelle microporosità del materiale.


Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

 Ultimi dalle categorie


Trattamento cotto: quali sono le differenze tra un pavimento preesistente e uno nuovo?

 News
Trattamento cotto fatto nuovo nuovo e preesistente: quali sono le differenze?

Rimuovere la cera dalle superfici

 Fai da te
Tracce di citronella sul pavimento? Ecco come rimuoverle definitivamente in pochi gesti

Marmo botticino, come trattare un pavimento danneggiato dall'umidtà di risalita

 Il consiglio dell' esperto
I passaggi e i prodotti per trattare una superficie in marmo botticino danneggiata

Ad Aprile, l'arte manifatturiera italiana del legno vola a Bruxelles

 il lavoro più bello del mese
Il lavoro più bello di Aprile: trattamento impregnante legno in una boutique di Bruxelles

 Archivio